Rispondi 
trasponder AIS attivo Matsutec ha-102 classB
Autore Messaggio
Neal Offline
Amico del Forum

Messaggi: 436
Registrato: Sep 2016 Online
Messaggio: #21
RE: trasponder AIS attivo Matsutec ha-102 classB
Con dovuto il rispetto per le scelte di tutti, mi chiedo se ha senso spendere soldi su questi prodotti.

L’AIS è un dispositivo di sicurezza? È importante che non trasmetta disturbi?
Fermo restando che lo strumento più importante in barca è la vista del suo comandante, l’eventuale invio o ricezione di informazioni errate potrebbe causare qualche problema?

Nonostante io stesso sia molto critico sull’eccessiva burocrazia nella nautica e sull’iper regolamentazione di qualsiasi apparato, credo che il rilascio di un certificato di omologazione sia il minimo indispensabile.

Personalmente ho navigato a lungo senza AIS ma quando l’ho comprato non ci ho nemmeno pensato a risparmiare pochi euro, orientandomi subito su marchi più ”noti”, magari fabbricati comunque in Cina ma progettati collaudati e certificati in Europa.
19-09-2022 16:41
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Nimbo Offline
Senior utente

Messaggi: 2.654
Registrato: Mar 2010 Online
Messaggio: #22
RE: trasponder AIS attivo Matsutec ha-102 classB
(19-09-2022 16:41)Neal Ha scritto:  Con dovuto il rispetto per le scelte di tutti, mi chiedo se ha senso spendere soldi su questi prodotti.

L’AIS è un dispositivo di sicurezza? È importante che non trasmetta disturbi?
Fermo restando che lo strumento più importante in barca è la vista del suo comandante, l’eventuale invio o ricezione di informazioni errate potrebbe causare qualche problema?

Nonostante io stesso sia molto critico sull’eccessiva burocrazia nella nautica e sull’iper regolamentazione di qualsiasi apparato, credo che il rilascio di un certificato di omologazione sia il minimo indispensabile.

Personalmente ho navigato a lungo senza AIS ma quando l’ho comprato non ci ho nemmeno pensato a risparmiare pochi euro, orientandomi subito su marchi più ”noti”, magari fabbricati comunque in Cina ma progettati collaudati e certificati in Europa.
Potrei concordare, ma di sistemi stand alone oggi non ce ne sono praticamente piu' sul mercato, e se non si ha un gps cartografico, non si puo' avere un ais attivo. Quindi per chi vuole un ais questa e' un'ottima scelta. Che sia affidabile lo dimostra il fatto che su parecchi Mini 650 e' montato questo ais, se avesse presentato qualche problema la notizia sarebbe arrivata fulminea e non ne troveresti piu' nessuno a bordo.

Inviato dal mio SM-A525F utilizzando Tapatalk

Matteo
19-09-2022 17:06
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ghega Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.450
Registrato: May 2014 Online
Messaggio: #23
RE: trasponder AIS attivo Matsutec ha-102 classB
(19-09-2022 16:41)Neal Ha scritto:  Con dovuto il rispetto per le scelte di tutti, mi chiedo se ha senso spendere soldi su questi prodotti.

L’AIS è un dispositivo di sicurezza? È importante che non trasmetta disturbi?
Fermo restando che lo strumento più importante in barca è la vista del suo comandante, l’eventuale invio o ricezione di informazioni errate potrebbe causare qualche problema?

Nonostante io stesso sia molto critico sull’eccessiva burocrazia nella nautica e sull’iper regolamentazione di qualsiasi apparato, credo che il rilascio di un certificato di omologazione sia il minimo indispensabile.

Personalmente ho navigato a lungo senza AIS ma quando l’ho comprato non ci ho nemmeno pensato a risparmiare pochi euro, orientandomi subito su marchi più ”noti”, magari fabbricati comunque in Cina ma progettati collaudati e certificati in Europa.

Condivido e no
anch'io sono per usare sopra tutto gli occhi, e fino ad adesso ho usato solo ais in ricezione, vedo gli altri, ho gli allarmi, mi basta.

invece trovo che e sopratutto nella nautica si trovano oggetti pressapoco uguali a cifre spropositate differenti, e non sempre spendendo di più si ha il miglior prodotto. Almeno questa cosa a me è successa in diverse occasioni.

Dopodiche esiste anche l'on-line che lo stesso identico prodotto lo puoi trovare al 30/40 x 100 in meno o in più

ciaoooooooo

Ma altra domanda

nel caso lo comprassi.... posso mantenere il vecchio ais che ho sul vhf e mi trasmette in ricezione sul cartografico del mio tablet, ed vedere anche questo altro ais transponder ?

Cioè, poiche ho 2 tablet cartografici su uno vedere il segnale dell'ais vecchio e su un'altro tablet vedere quell'altro?

Andrebbero collegati tutti e 2 allo stesso vhf ?
questo vhf ha già una sua antenna satellitare, userei sempre la stessa o 2 antenne satellitari diverse?

Il vecchio in ricezione funziona alla grande, mi spiacerebbe perderlo.

chi ne sa qualcosa?

grazie mille
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 21-09-2022 07:46 da ghega.)
21-09-2022 07:36
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
rob Online
Tutor AdV

Messaggi: 12.841
Registrato: Oct 2004 Online
Messaggio: #24
RE: trasponder AIS attivo Matsutec ha-102 classB
(21-09-2022 07:36)ghega Ha scritto:  nel caso lo comprassi.... posso mantenere il vecchio ais che ho sul vhf e mi trasmette in ricezione sul cartografico del mio tablet, ed vedere anche questo altro ais transponder ?

Cioè, poiche ho 2 tablet cartografici su uno vedere il segnale dell'ais vecchio e su un'altro tablet vedere quell'altro?

Andrebbero collegati tutti e 2 allo stesso vhf ?
questo vhf ha già una sua antenna satellitare, userei sempre la stessa o 2 antenne satellitari diverse?

E' il sistema che ho io: un ais ricevente integrato nel VHF, un transponder AIS a parte.
1.Prima di tutto, devi verificare che il tuo AIS ricevente "riconosca" il tuo MMSI, perché il transponder invia la tua posizione/mmsi e se il ricevente non filtra il tuo MMSI l'allarme CPA ti suona sempre perché c'è una barca nella tua posizione quindi devi toglierlo;
2.Il mio transponder l'ho montato tutto autonomo: ha la sua antenna GPS (credo che sia una specifica obbligatoria) e la sua antenna radio, vedi tu se ti conviene mettere uno splitter per usare la stessa antenna del VHF -che è già condivisa fra vhf e ais ricevente, personalmente non lo farei;
3.Ognuno dei due strumenti produce un flusso di dati in uscita, ci fai quello che vuoi. Per esempio li mando entrambi su opencpn, si può scegliere cosa visualizzare--> punto 4, probabilmente il più interessante:
4. confrontare i due flussi di dati ti fà rendere conto molto in fretta di come relativizzare l'importanza che si tende a dare all'ais, in alcune occasioni può diventare letteralmente pericoloso quindi meglio conoscerne anche i risvolti meno simpatici.
bv r
21-09-2022 09:16
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bludiprua Offline
Vecio AdV

Messaggi: 3.028
Registrato: Dec 2005 Online
Messaggio: #25
RE: trasponder AIS attivo Matsutec ha-102 classB
(21-09-2022 09:16)rob Ha scritto:  4. confrontare i due flussi di dati ti fà rendere conto molto in fretta di come relativizzare l'importanza che si tende a dare all'ais, in alcune occasioni può diventare letteralmente pericoloso quindi meglio conoscerne anche i risvolti meno simpatici.

Rob,
puoi spiegare meglio questo punto?
Cioè i dati sono diversi sempre, a volte, quasi mai?
Io la cosa che mi sono reso conto sia pericolosa è il ritardo del segnale che a volte è davvero grande (minuti), altro non saprei
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 21-09-2022 11:40 da bludiprua.)
21-09-2022 11:39
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ghega Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.450
Registrato: May 2014 Online
Messaggio: #26
RE: trasponder AIS attivo Matsutec ha-102 classB
(21-09-2022 09:16)rob Ha scritto:  E' il sistema che ho io: un ais ricevente integrato nel VHF, un transponder AIS a parte.
1.Prima di tutto, devi verificare che il tuo AIS ricevente "riconosca" il tuo MMSI, perché il transponder invia la tua posizione/mmsi e se il ricevente non filtra il tuo MMSI l'allarme CPA ti suona sempre perché c'è una barca nella tua posizione quindi devi toglierlo;
2.Il mio transponder l'ho montato tutto autonomo: ha la sua antenna GPS (credo che sia una specifica obbligatoria) e la sua antenna radio, vedi tu se ti conviene mettere uno splitter per usare la stessa antenna del VHF -che è già condivisa fra vhf e ais ricevente, personalmente non lo farei;
3.Ognuno dei due strumenti produce un flusso di dati in uscita, ci fai quello che vuoi. Per esempio li mando entrambi su opencpn, si può scegliere cosa visualizzare--> punto 4, probabilmente il più interessante:
4. confrontare i due flussi di dati ti fà rendere conto molto in fretta di come relativizzare l'importanza che si tende a dare all'ais, in alcune occasioni può diventare letteralmente pericoloso quindi meglio conoscerne anche i risvolti meno simpatici.
bv r

Ok Rob grazie mille, pensavo proprio di far così, tenerne 2 separati e indipendenti, quindi ognuno con la sua antenna.

Quindi il trasponder se io gli metto la sua antenna gps, e sua antenna vhf, non devo collegarlo alla radio vhf? credo di no esatto è indipendente?

il punto 1 posso verificarlo solo quando è installato,
ma questa cosa mi fà ricordare un particolare che non sono mai riuscito a capire:
ho 2 tablet samsung, se con tutti e 2 i tablet e metto il programma navionics, spesso con un tablet vedo tutti i bersagli, e con l'altro non li vedo tutti,
oppure quello che vedo in uno non lo vedo nell'altro.
Tra l'altro nel tablet più nuovo e quello che vede meno bersagli,
ora problema risolto perchè nel tablet vecchio non posso più mettere navionics, è diventato obsoleto.

Con OpenCPN invece vedo sempre tutti i bersagli.

Il punto 4 aspetto anch'io la risposta a Bludiprua

grazie mille
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 21-09-2022 13:54 da ghega.)
21-09-2022 13:52
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
rob Online
Tutor AdV

Messaggi: 12.841
Registrato: Oct 2004 Online
Messaggio: #27
RE: trasponder AIS attivo Matsutec ha-102 classB
(21-09-2022 11:39)bludiprua Ha scritto:  Rob,
puoi spiegare meglio questo punto?
Cioè i dati sono diversi sempre, a volte, quasi mai?
Io la cosa che mi sono reso conto sia pericolosa è il ritardo del segnale che a volte è davvero grande (minuti), altro non saprei

Sì essenzialmente il ritardo è la cosa più pericolosa, ritardo della nostra posizione visibile agli altri e ritardo della posizione altrui che noi vediamo nello schermo. Qualche anno fa avevo aperto una discussione con svariate schermate. Il problema è leggermente migliorato con i transponder B+/SOTDMA, resta il fatto che quando c'è affollamento i B sono molto spesso minuti e minuti addietro. Ogni tanto sul display si vede un'unità che è esattamente nella nostra posizione mentre invece è magari decine/centinaia di metri più lontana: finché è così va anche bene ma se fosse il caso opposto...
Guardando i due flussi si può controllare di volta in volta che ritardo ha la propria posizione, con poco traffico è accurata ai canonici 30s di cadenza, ma personalmente quando comincio a vedere 3-4+ minuti mi metto in modalità furtiva, tolgo la trasmissione dei miei dati e resto solo in ricezione, non fidandomi per niente dei bersagli B che ho sullo schermo; quand'è così per esempio affidarsi a uno strumento del genere con la nebbia per me è suicidario.
Opencpn permette di scegliere l'intervallo di tempo oltre il quale un bersaglio viene segnato con la sbarretta sopra ("Lost"), solo che almeno a me tende a trarre in inganno, uno vede la sbarretta e tende a pensare che l'unità non ci sia più, ma invece magari c'è eccome e in tutt'altra posizione, in particolare i pescherecci che spesso hanno traiettorie erratiche.
Poi ci sono differenze dovute all'antenna: il mio ricevente riceve dall'antenna in testa d'albero, il transponder ha la sua antenna sul catafalco a poppa (circa 4m slm). Il ricevente permette di determinare una distanza massima (nel senso si possono ignorare/filtrare i bersagli oltre XX miglia) quindi limitare il flusso alle unità più vicine; il (mio) transponder invece accetta tutti quelli a portata. Una barca a vela con il transponder sul pulpito di poppa la vedo in un caso a una decina di miglia, nell'altro a 3-4 miglia. Contento di aver messo l'antenna bassa, se fosse stata in alto con la ricezione libera di tutti i segnali su 30-40+miglia magari avrebbe inviato la mia posizione ogni morte di papa.
Insomma se ci si mette lì a confrontare i due flussi diversi ci si fà una propria idea realistica di come funzioni effettivamente tutto il sistema e soprattutto quali siano i limiti, il che a mio avviso porta ad utilizzarlo al meglio, in tanti casi è molto utile, ma altro che strumento miracoloso Sad
Comunque, se avete un sistema del genere (RX e TXR separati), fate le vostre prove e magari riportate cosa constatate.
bv r
21-09-2022 19:23
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
singleton Offline
Amico del Forum

Messaggi: 627
Registrato: Oct 2011 Online
Messaggio: #28
RE: trasponder AIS attivo Matsutec ha-102 classB
"ma di sistemi stand alone oggi non ce ne sono praticamente piu' sul mercato"

Mi risulta che ancora ce ne siano ,. Sicuramente c'è un Icom che avevo guardato poco tempo fa. Costo sui 860€ se ben ricordo.
21-09-2022 23:05
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bludiprua Offline
Vecio AdV

Messaggi: 3.028
Registrato: Dec 2005 Online
Messaggio: #29
RE: trasponder AIS attivo Matsutec ha-102 classB
(21-09-2022 19:23)rob Ha scritto:  Insomma se ci si mette lì a confrontare i due flussi diversi ci si fà una propria idea realistica...

Beh, Rob, grazie!
Analisi chiara, esaustiva ma soprattutto professionale!
Come spesso (mi) capita, la facevo più semplice...
21-09-2022 23:46
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ghega Offline
Amico del Forum

Messaggi: 1.450
Registrato: May 2014 Online
Messaggio: #30
RE: trasponder AIS attivo Matsutec ha-102 classB
(21-09-2022 23:46)bludiprua Ha scritto:  Beh, Rob, grazie!
Analisi chiara, esaustiva ma soprattutto professionale!
Come spesso (mi) capita, la facevo più semplice...

verissimo, grazie mille Rob
23-09-2022 17:20
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  AIS Matsutec singleton 0 145 21-07-2022 00:00
Ultimo messaggio: singleton
  Nuovo AIS Attivo, cosa comprare? Biziotti 29 1.624 14-04-2022 16:16
Ultimo messaggio: pepe1395
  AIS Attivo - Dubbio su installazione MaunaLoa 2 428 20-01-2022 08:59
Ultimo messaggio: pepe1395
  MMSI e Matsutec hp-33a furietto 17 3.783 15-12-2021 14:14
Ultimo messaggio: Sclrrt
  ais Matsutec AR-10 paolom68 6 885 08-01-2021 14:11
Ultimo messaggio: Nimbo
  matsutec HP 528 marcomonina 4 1.241 06-11-2020 12:20
Ultimo messaggio: Nimbo
  Posizione ricevitore (antenna)GPS del trasponder AIS kavokcinque 19 2.150 03-12-2019 00:19
Ultimo messaggio: kavokcinque
  Consiglio acquisto AIS attivo con modulo wifi skipper65 8 1.572 27-03-2018 08:42
Ultimo messaggio: Horatio Nelson
  INSTALLATO: Ripartitore Attivo di Carica Sterling Madinina II 30 9.012 15-01-2018 07:14
Ultimo messaggio: bobspiderman
  Autopilota ST6000 in standby rimane attivo. Naki 9 1.416 10-01-2018 19:25
Ultimo messaggio: IanSolo

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)