Rispondi 
Problema pressione gas frigo Danfoss db35 F
Autore Messaggio
orteip Offline
Senior utente

Messaggi: 4.653
Registrato: Mar 2013 Online
Messaggio: #41
RE: Problema pressione gas frigo Danfoss db35 F
(05-03-2024 20:19)Carestia Ha scritto:  Oddio, sul manometro che ho postato la scala esterna non è in bar? Avevo capito fosse in bar, vedo che 1 bar corrisponde a 0.98 atm.

Comunque nella ultime 24 ore, impostato a 3 gradi e delta a +2, è partito 16 volte con sessioni lunghe circa 13 minuti, e pause tra 1h ed 1h40m. Mantenendo una temperatura rilevata dal ruuvi tra i 3.9 ed i 4.7 gradi. Temperatura in dinette rilevata dal ruuvi tra i 9 e 20,5 gradi.

Bar/Atm rilevati in funzione 0.4, a riposto 1.9

Temperatura sull'evaporatore in funzione -22/-18 gradi, che salgono rapidamente appena si ferma -10/-8. Il tubo sul compressore ora non fa più un litro di acqua all'ora come prima e la parte superiore del compressore è leggermente calda, prima era freddissima.

Consumo in funzione sempre tra i 3.5 e 3 ampere.

Seppur la differenza è minima, comunque ti conviene fare le misurazione in atmosfere e non in bar.
La pressione a riposo non serve a nulla appunto perchè è a riposo.
Se il tubo di ritorno al frigo, prima di arrivare al compressore fa la condenza vuol dire che il gas è troppo. Scarica mezza atmosfera quando il frigo è a riposo e la pressione ha fermato la sua risalita, asciuga bene tutta la condenza e poi testa di nuovo per qualche ora. Se continua a fare condenza, ripeti l'opoerazione precedente fino a quando non fa più condenza. Se durante questa operazione, la piasta cala ancora la sua temperatura massia allo spengimento del compressore, puoi regolarti con questa.

Considera che ad ogni test devi dare il tempo (qalche ora) al frigo di riassestarsi altrimenti le regolazioni diventano inutili.
06-03-2024 20:02
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Carestia Offline
Nuovo Amico del Forum

Messaggi: 84
Registrato: Sep 2022 Online
Messaggio: #42
RE: Problema pressione gas frigo Danfoss db35 F
(06-03-2024 20:02)orteip Ha scritto:  Seppur la differenza è minima, comunque ti conviene fare le misurazione in atmosfere e non in bar.
La pressione a riposo non serve a nulla appunto perchè è a riposo.
Se il tubo di ritorno al frigo, prima di arrivare al compressore fa la condenza vuol dire che il gas è troppo. Scarica mezza atmosfera quando il frigo è a riposo e la pressione ha fermato la sua risalita, asciuga bene tutta la condenza e poi testa di nuovo per qualche ora. Se continua a fare condenza, ripeti l'opoerazione precedente fino a quando non fa più condenza. Se durante questa operazione, la piasta cala ancora la sua temperatura massia allo spengimento del compressore, puoi regolarti con questa.

Considera che ad ogni test devi dare il tempo (qalche ora) al frigo di riassestarsi altrimenti le regolazioni diventano inutili.

Come scritto son già intervenuto pesantemente sulle pressioni e sono arrivato ai risultati sopra descritti di circa 6 psi allo stacco.
Condensa non ne fa più ora, mentre prima ne faceva tantissima, ma proprio tanta!
Al momento la situazione sembra stabile e abbastanza calibrata, ma sarà da vedere bene sotto stagione con temperature estive come evolve.

Ora il dubbio che ho è se quei 6 psi segnati dal manometro allo stacco siano troppo pochi, e quindi potenzialmente dannosi per il compressore, o no. Se ho ben inteso il target dovrebbe essere circa 12psi/0.8bar allo stacco, io sono alla metà.
07-03-2024 11:45
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Gioviy Offline
Amico del forum

Messaggi: 252
Registrato: Sep 2008 Online
Messaggio: #43
RE: Problema pressione gas frigo Danfoss db35 F
mi collego a questo post per condividere ed avere vostre considerazioni su una prova che ho fatto sui frigoriferi della mia barca. Curiosamenrte nei ho due gemelli, Isotherm G150 con compressori DB35F. Vorrei trasformare uno dei due in congelatore. Sentita la Isotherm, mi hanno confermato che è possibile riducendo a 50 liti il volume e sostituendo il termostato con un altro modello; visto anche il costo esagerato di quello da loro suggerito ne ho comprato uno elettronico da 10€, collegato ai morsetti C e T , a posto dell'originale, senza interporre alcuna resistenza perchè non ne ho trovata sul termostato originario e prima di comprarne una vorrei capire se effettivamente necessaria. Ho poi fatto una prova con i due frigoriferi vuoti in funzione senza alternarne il volume interno . Temperatura esterna 20°C . Manopola termostato del frigorifero in configurazione originaria al massimo ( 7), set del termostato elettronico del secondo frogorigero impostato a 2°C.
Avviati entrambi , il frigorifero in configurazione originaria assorbiva 4,6 A , il compressore stava in funzione un minuto e 20 secondi e fermo per 3 minuti e 20 secondi . Il frigorifero con il termostato elettronico assorbiva 2,4 A era molto silenzioso e non si fermava mai.
Dopo circa tre ore il frigorifero con termostato originario aveva raggiunto 5-6 gradi sempre mantendo un ritmo di attacca stacca come all'inizio ,il frigirifero con termostato modificato aveva raggiunto i due gradi ed il compressore si fermava.
Al tatto i gruppi compressori non scaldavano, anzi sembrava piu' fresco quello con termostato modificato .
Leggendo le istruzioni del compressore suppongo che quello in configurazione originaria viaggiasse a 3000 o forse a 3500 giri e quello con termostato originario a 2000 giri e mi domando se non è forse questa la configurazione migliore o una intermedia piuttosto che quella scelta da Isotherm.
26-03-2024 11:49
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
orteip Offline
Senior utente

Messaggi: 4.653
Registrato: Mar 2013 Online
Messaggio: #44
RE: Problema pressione gas frigo Danfoss db35 F
(26-03-2024 11:49)Gioviy Ha scritto:  mi collego a questo post per condividere ed avere vostre considerazioni su una prova che ho fatto sui frigoriferi della mia barca. Curiosamenrte nei ho due gemelli, Isotherm G150 con compressori DB35F. Vorrei trasformare uno dei due in congelatore. Sentita la Isotherm, mi hanno confermato che è possibile riducendo a 50 liti il volume e sostituendo il termostato con un altro modello; visto anche il costo esagerato di quello da loro suggerito ne ho comprato uno elettronico da 10€, collegato ai morsetti C e T , a posto dell'originale, senza interporre alcuna resistenza perchè non ne ho trovata sul termostato originario e prima di comprarne una vorrei capire se effettivamente necessaria. Ho poi fatto una prova con i due frigoriferi vuoti in funzione senza alternarne il volume interno . Temperatura esterna 20°C . Manopola termostato del frigorifero in configurazione originaria al massimo ( 7), set del termostato elettronico del secondo frogorigero impostato a 2°C.
Avviati entrambi , il frigorifero in configurazione originaria assorbiva 4,6 A , il compressore stava in funzione un minuto e 20 secondi e fermo per 3 minuti e 20 secondi . Il frigorifero con il termostato elettronico assorbiva 2,4 A era molto silenzioso e non si fermava mai.
Dopo circa tre ore il frigorifero con termostato originario aveva raggiunto 5-6 gradi sempre mantendo un ritmo di attacca stacca come all'inizio ,il frigirifero con termostato modificato aveva raggiunto i due gradi ed il compressore si fermava.
Al tatto i gruppi compressori non scaldavano, anzi sembrava piu' fresco quello con termostato modificato .
Leggendo le istruzioni del compressore suppongo che quello in configurazione originaria viaggiasse a 3000 o forse a 3500 giri e quello con termostato originario a 2000 giri e mi domando se non è forse questa la configurazione migliore o una intermedia piuttosto che quella scelta da Isotherm.


Le uniche due cose che possono far variare i giri motore di un compressore sono: una è la presenza di una resistenza fra il termostato ed i contatti C e T (a volte la mettono proprio dietro il termostato e non si vede senza smontarlo); l’altra è la presenza di una centralina AEO che è lei stessa a variare i giri del compressore in automatico (se la centralina è il modello AEO si vede facendo una ricerca su internet con il numero di serie).
Non ci sono altri modi oer variare i giri.

In ogni caso la differenza invece lamentata non dipende dal numero di giri ma dalla diversa reazione e soprattutto posizione delle sonde.
L’originale, poco preciso, è un capillare pieno di azoto che accende e soenge il compressore dilatandosi. Inoltre è posizionato sulla piastra (evaporatore) quindi, se ne frega della temperatura della cella ed accene e spenge il compressore ai ritmi della temperatura della piastra, se poi la cella frigo dopo 5 ore non è arrivata ancora a temperatura poco importa, lui continua a accendere il frigo per un minuto e tenerlo spento per tre.

Il termostato digitale invece ha la sonda nella cella e non gli interessa nulla di quanto lavori la piastra od il compressore, imposti la temperatura a 2 gradi e lui ti spenge il frigo quando sei arrivato a 2 gradi veri nella cella.

Sono due misurazioni differenti, il digitale molto più preciso e reale che comunque varia molto anche a seconda la posizione della sonda ed è per questo che vanno fatte molte prove prima di trovare il giusto posto dove mettere la stessa per avere un giusto compromesso fra il miore freddo, i minor consumi ed il giusto stress del compressore.
26-03-2024 17:46
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Gioviy Offline
Amico del forum

Messaggi: 252
Registrato: Sep 2008 Online
Messaggio: #45
RE: Problema pressione gas frigo Danfoss db35 F
infatti, tuttavia non mi e’ chiaro perche’ l'installazione originaria prevede di gestire lo start/stop del compressore sulla base della temperatura dell’evaporatore, potrebbero mettete il capillare nel pozzetto invece che sulla piastra o forse la scelta e’ per ottimizzare lo scambio dell’evaporatore? resta il fatto che nel frigo con il termometro elettronico messo a 10 cm sotto il coperchio sono arrivato a 2 gradi in meno di tre ore , nell’altro gemello ma con il termostatato originario al max ,non sono riuscito a scendere sotto i 6 gradi , misurati con termometro nello stesso punto e nello stesso tempo.I consumi nei due casi potrei calcolarli ma ad occhio sono analoghi, in un caso 2,4A continui nell’altro 4,6 discontinui. Ho poi riprovato con il termostato originario al min:i tempi di marcia sono sempre poco piu’ di in minuto mentre quelli di stasi si sono allungati a 5 min , la temperatura al centro pozzetto si e’ attestata a 10gradi.
La centralina dovrebbe essere automatica e recente secop101N0212 ed anche qui non capisco la scelta del numero di giri massimo nella configurazione originaria non sono sicuro se (3000 o 3500), immagino sia scelta per avere la massima potenza refrigerante ma se poi fai funzionare il compressore con continui stacca/attacca il risultato finale e’ analogo o peggiore rispetto a quello a 2000 giri e tempi di funzionamento piu’ lunghi
In definitiva, salvo pareri contrari, nel frigorifero con termostato elettronico, lascio i cavi ai connettori c o t senza interporre resistenza , lo riduco di volume ed incremento l’isolamento per convertirlo s congelatore e dopo un po’ di prove estive vedro’ se mettere il termostato elettronico anche nell’altro frigo
26-03-2024 19:12
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Gioviy Offline
Amico del forum

Messaggi: 252
Registrato: Sep 2008 Online
Messaggio: #46
RE: Problema pressione gas frigo Danfoss db35 F
ho controllato meglio riguardo la mia centralina leggendo il file a questo link molto esplicativo sulla regolazione
https://www.secop.com/fileadmin/user_upl...00f202.pdf

ed ho capito che il modello della mia centralina non e’ AEO e, come diceva Orteip, quindi l’unico modo di controllo, o forse meglio scelta dei numero di giri di funzionamento, e’ la resistenza in seria a C o T. Smontando il termostato non ho trovato niente che potesse sembrare una resistenza, ma misurando con tester e confrontando il funzionamento nelle due configurazioni dovrebbe esserci di 692ohm;
27-03-2024 09:05
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  problema con timone Whitlock orsopapus 8 198 11-04-2024 15:44
Ultimo messaggio: clavy
  Ridurre pressione impianto acqua gladio76 12 253 10-04-2024 15:11
Ultimo messaggio: gladio76
  Frigo a pozzetto che funziona troppo Brenno 4 485 21-02-2024 20:00
Ultimo messaggio: gava
  Polmone dell' autoclave , perde pressione FIL 11 708 05-01-2024 18:01
Ultimo messaggio: Najapico
  problema bussola BornFree 3 444 04-12-2023 18:32
Ultimo messaggio: SoulSurfer
  Problema rubinetteria W.C. dalle 1 317 17-09-2023 22:41
Ultimo messaggio: singleton
  Frigo Dufour 412 Domenico Blue Eyes 7 780 02-09-2023 10:18
Ultimo messaggio: Horatio Nelson
  Problema deriva mobile Salvo Dea 4 565 25-08-2023 10:24
Ultimo messaggio: Salvo Dea
  [Problema carica frigo] Danfoss BD35F ambsi 27 2.332 21-07-2023 16:43
Ultimo messaggio: maurotss
  Temperatura testata Frigo Danfoss DB35 F Frappettini 7 1.023 13-07-2023 17:54
Ultimo messaggio: sergiot

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)