Rispondi 
tangone a bilancino o doppio circuito?
Autore Messaggio
CkDre Offline
Amico del Forum

Messaggi: 568
Registrato: Feb 2016 Online
Messaggio: #1
tangone a bilancino o doppio circuito?
Buona sera,
avendo sempre avuto barche piccole ho sempre strambato lo Spi con il tangone "a bilancino", non ho mai avuto modo di usare il circuito doppio.
Ora sono curioso e vorrei avere qualche info:
pro e contro dei due sistemi?

Ieri ho provato il doppio circuito ed ho fatto fatica, mi è sembrato più difficile tenere stabile la vela durante la strambata, magari ho sbagliato qualcosa. Qual'è la sequenza corretta?
12-12-2021 22:18
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Offline
Vecio AdV

Messaggi: 13.093
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #2
RE: tangone a bilancino o doppio circuito?
Il doppio circuito significa doppia scotta, cioè scotta sapra e braccio sotto?
E' utile se hai barca grande oltre i 10 m. con tangone che sull'albero s'infila in campana.
Per manovrare a prua ci vogliono due persone uno in campana che lo alzi per farlo passare sotto allo strallo, l'altro a prua per incocciare il braccio.
Dovresti dirci in quanti fai la manovra.-
13-12-2021 11:02
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
kawua75 Offline
Senior utente

Messaggi: 4.461
Registrato: Jun 2010 Online
Messaggio: #3
RE: tangone a bilancino o doppio circuito?
Il doppio circuito lo si usa anche con il tangone a bilancino e facilita di molto le cose.

La sequenza è abbastanza banale:

1) prendi la scotta (dormiente) che diventerà il nuovo braccio e te la tieni pronta
2) sganci tangone e incocci la scotta di cui sopra
3) apri varea opposta e fai uscire il vecchio braccio
4) agganci tangone all'albero

A tenere stabile la vela ci deve pensare il timoniere.
13-12-2021 11:36
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Offline
Vecio AdV

Messaggi: 13.093
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #4
RE: tangone a bilancino o doppio circuito?
Mai visto su piccole barche usare doppia scotta e doppio braccio.
Importante prima di abbattere mettersi in poppa filo.-
13-12-2021 12:10
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
CkDre Offline
Amico del Forum

Messaggi: 568
Registrato: Feb 2016 Online
Messaggio: #5
RE: tangone a bilancino o doppio circuito?
Quando faccio la strambata con scotte singole pifferino i barber da entrambe le parti così la vela è più stabile. Con il doppio circuito devo lasciare i due bracci e lo spi vola sulle scotte ed è meno stabile. E' corretto? Dovrei comunque avere i barber sulle scotte nonostante i bracci separati?

Equipaggio? a volte siamo quattro/cinque. Però spesso mi capita di essere io e il pilota automatico (ma siamo una bella coppia).
13-12-2021 12:12
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
kawua75 Offline
Senior utente

Messaggi: 4.461
Registrato: Jun 2010 Online
Messaggio: #6
RE: tangone a bilancino o doppio circuito?
(13-12-2021 12:10)bullo Ha scritto:  Mai visto su piccole barche usare doppia scotta e doppio braccio.
Importante prima di abbattere mettersi in poppa filo.-

Hai ragione, su piccole barche non serve ma bisogna intenderci cosa si intende per piccole.

Sul 36.7 si stramba a bilancino e le doppie servono (o meglio, aiutano) eccome, sul Meteor no Smiley2
13-12-2021 13:51
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
CkDre Offline
Amico del Forum

Messaggi: 568
Registrato: Feb 2016 Online
Messaggio: #7
RE: tangone a bilancino o doppio circuito?
Io ho due situazioni differenti da gestire: sul mio 34 piedi con poco equipaggio (spesso da solo) e poi su una barca da quasi 12 m che usiamo per le regate (con equipaggio). Con la seconda a volte si fa fatica a spingere il tangone in fuori per incocciarlo sull'albero, credo che il circuito doppio aiuterebbe.
Inoltre il problema è anche quello di arrivare a prendere la scotta (che diventa braccio) con la varea del tangone, è lontana e si fa fatica a "centrarla", averla in mano scarica renderebbe tutto più facile.
Quindi il consiglio è bilancino ma con doppio circuito?
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 13-12-2021 14:36 da CkDre.)
13-12-2021 14:31
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
France WLF Sailing Team Offline
Senior utente

Messaggi: 3.893
Registrato: Apr 2007 Online
Messaggio: #8
RE: tangone a bilancino o doppio circuito?
Se si stramba bene (ed il primo che deve essere bravo è il timoniere) non servono doppie scotte e bracci.
Mai visto neanch'io doppio circuito scotta/braccio in uno spi con tangone a bilancino, è tutto peso e complicazione di manovra in più. Il bilancino lo si usa fino ai 10/11mt. massimo di barca, una barca del genere non ha un pozzetto enorme, inutile aggiungere doppie scotte/bracci in quello spazio.
Lo spi deve volare libero, leggero, pure senza tangone, infatti la procedura per strambare con il bilancino è:

- Fil di ruota
- Prodiere sgancia il tangone dal braccio e dall'albero
- Timoniere ed i taler devono essere in grado di tenere lo spi gonfio e sù pure senza il tangone
- Passa la randa e contestualmente il prodiere aggancia il nuovo braccio sul nuovo bordo, poi in campana.
Ecco perchè è inutile il doppio circuito, se ne sentiamo la necessità significa che non siamo in grado di condurre la barca in fil di ruota mantenendo sù lo spi, allora il problema non è il mancato doppio circuito, ma il manico.

Invece, sulle barche grosse con il tangone sempre sulla campana è diverso, la manovra è:
- Fil di ruota
- il 2 (aiuto prodiere, l'uomo che sta all'albero) afferra il nuovo braccio scarico sottovento;
- Prodiere apre la varea, contestualmente il drizzista abbassa l'amantiglio del tangone ed il 2 alza la campana, il braccio esce dalla varea;
- Prodiere si porta ad estrema prua, in mano ha la varea del tangone;
- il 2 corre a prua e passa il nuovo braccio (tutt'ora a riposo) al prodiere;
- non appena è pronto il prodiere urla "braccio in varea!!" e dal pozzetto si capisce che il drizzista deve rialzare il tangone tramite l'amantiglio, i tailer usano il nuovo braccio e la nuova scotta
- il 2 abbassa la campana e la porta di nuovo orizzontale.

Ecco dove sta la differenza, per collegare il tangone alla nuova scotta in virtù del fatto che questo lavoro va fatto ad estrema prua, serve lavorare con un braccio scarico! Mentre nel bilancino in un modo o nell'altro la varea del tangone la si aggancia sempre perchè il prodiere si trova all'altezza dell'albero/sartie, nel tangone non a bilancino questa operazione va fatta a prua e se non hai doppio braccio rischi di fare una manovra lenta, pericolosa e sgonfiando lo spi.

(13-12-2021 14:31)CkDre Ha scritto:  Con la seconda a volte si fa fatica a spingere il tangone in fuori per incocciarlo sull'albero, credo che il circuito doppio aiuterebbe.
Inoltre il problema è anche quello di arrivare a prendere la scotta (che diventa braccio) con la varea del tangone, è lontana e si fa fatica a "centrarla", averla in mano scarica renderebbe tutto più facile.
Quindi il consiglio è bilancino ma con doppio circuito?


Se si fa fatica a spingere il tangone esternamente significa che il timoniere ha orzato anzitempo, una volta passata la randa il timoniere deve resistere dalla tentazione di orzare al lasco, deve resistere nel filo di ruota più assoluto finché il prodiere non abbia finito il lavoro, se il prodiere non riesce a farlo perchè il braccio spinge verso l'interno significa che il vento arriva troppo laterale, il braccio è appoggiato allo strallo. E' buona cosa allenarsi a portare lo spi fra timoniere e tailer senza tangone, è un allenamento che fa comodo non solo in strambata, ma anche in caso di ammainata "all'africana" ovvero a ridosso della boa dove devi ammainare/strambare e ripartire di bolina.

Circa la seconda (prodiere che fa fatica a prendere il nuovo braccio), si comprendo, a volte non è facile, quello che consiglio è mettersi con le gambe sulle draglie, arreggendosi alle sartie cercare di afferrare il nuovo braccio con la varea aperta, oppure afferrandolo al volo con la mano, poi subito dopo si pensa all'altra varea (che va in campana)
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 13-12-2021 16:17 da France WLF Sailing Team.)
13-12-2021 16:08
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ADL Offline
Senior utente

Messaggi: 2.210
Registrato: Sep 2007 Online
Messaggio: #9
RE: tangone a bilancino o doppio circuito?
da che ho visto io:

barche piccole: scotte singole, nulla di nuovo sotto il sole dai tempi del 470
barche medie: area grigia dove puoi avere sia la campana e le doppie scotte che il bilancino e le doppie scotte (ovvero una scotta e un braccio per lato) qui il tailer stramba come se fosse un circuito doppio -porta lo spi sulle scotte fino a fine manovra- il prodiere come se fosse un bilancino, ma con il vantaggio di avere il braccio in imbando ed incocciare con relativa calma e poco sforzo
barche grandi: campana e doppio circuito.

le dimensioni: piccole fino a 10 metri, medie fino a 36-max 37 piedi oltre sempre campana.
ciò non toglie che solitamente dai 35 in su si usa maggiormente la campana.
13-12-2021 17:43
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Offline
Vecio AdV

Messaggi: 13.093
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #10
RE: tangone a bilancino o doppio circuito?
Ckdre fanno fatica a spingere in fuori il tangone con la scotta che diventerà braccio perchè non viene lascata fino allo strallo.
Quando vado su qualche barca di inesperti e sto al timone la scotta la tengo in mano io perchè di solito non la lascano per aiutare il signore col tangone in mano.-

Dimenticato sull'ultra leggero che regatavo di 45' usavamo tangoni con bilancino, patta d'oca, gli spi erano 160 mq. il pesante, i leggeri da 210 in su uno da 265 mq. e uno da da 320 mq. con tangone da 8 m.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 13-12-2021 18:43 da bullo.)
13-12-2021 18:35
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
France WLF Sailing Team Offline
Senior utente

Messaggi: 3.893
Registrato: Apr 2007 Online
Messaggio: #11
RE: tangone a bilancino o doppio circuito?
(13-12-2021 18:35)bullo Ha scritto:  Ckdre fanno fatica a spingere in fuori il tangone con la scotta che diventerà braccio perchè non viene lascata fino allo strallo.
Quando vado su qualche barca di inesperti e sto al timone la scotta la tengo in mano io perchè di solito non la lascano per aiutare il signore col tangone in mano.-

Dimenticato sull'ultra leggero che regatavo di 45' usavamo tangoni con bilancino, patta d'oca, gli spi erano 160 mq. il pesante, i leggeri da 210 in su uno da 265 mq. e uno da da 320 mq. con tangone da 8 m.

Bullo strambare con te non è divertente, sappilo!
Troppo facile.. heheheheh

PS: ieri siamo stati a vela insieme io ed il buon Bullo, ecco.. con uno come lui al timone il lavoro a prua è facile, se hai un timoniere che manda la barca sul filo per davvero il lavoro è facile!
13-12-2021 18:55
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
CkDre Offline
Amico del Forum

Messaggi: 568
Registrato: Feb 2016 Online
Messaggio: #12
RE: tangone a bilancino o doppio circuito?
Con il circuito singolo mi confermate che è corretto tenere entrambi i barber cazzati in fase di strambata?
13-12-2021 20:02
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Offline
Vecio AdV

Messaggi: 13.093
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #13
RE: tangone a bilancino o doppio circuito?
confermo!
13-12-2021 20:51
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
CkDre Offline
Amico del Forum

Messaggi: 568
Registrato: Feb 2016 Online
Messaggio: #14
RE: tangone a bilancino o doppio circuito?
Mentre col circuito doppio lo spi in strambata vola con le scotte libere o si mettono comunque i barber?
13-12-2021 23:00
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Offline
Vecio AdV

Messaggi: 13.093
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #15
RE: tangone a bilancino o doppio circuito?
Ora non lo so ma una volta il braccio passava su una pastecca sulla falca, nella stessa posizione dei barber, barche grosse con tangone strallato usavano un piccolo tangoncino al traverso sull'albero per aumentare l'angolo del braccio, non ricordo il nome, jack-pool forse.-
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 13-12-2021 23:40 da bullo.)
13-12-2021 23:35
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
CkDre Offline
Amico del Forum

Messaggi: 568
Registrato: Feb 2016 Online
Messaggio: #16
RE: tangone a bilancino o doppio circuito?
Il braccio lo farei passare in un bozzello in falchetta nel punto di baglio massimo (più o meno) dove metterei il barber della scotta. Non dovendo più "trasformare la scotta in braccio" il barber non serve più o va messo comunque?, magari da usare in strambata?
13-12-2021 23:49
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
penven Offline
Senior utente

Messaggi: 1.436
Registrato: Aug 2011 Online
Messaggio: #17
RE: tangone a bilancino o doppio circuito?
(13-12-2021 23:35)bullo Ha scritto:  Ora non lo so ma una volta il braccio passava su una pastecca sulla falca, nella stessa posizione dei barber, barche grosse con tangone strallato usavano un piccolo tangoncino al traverso sull'albero per aumentare l'angolo del braccio, non ricordo il nome, jack-pool forse.-
In italiano lo chiamavamo il "buttafuori".
14-12-2021 09:13
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
lord Offline
Vecio AdV

Messaggi: 6.688
Registrato: Apr 2008 Online
Messaggio: #18
RE: tangone a bilancino o doppio circuito?
(13-12-2021 23:49)CkDre Ha scritto:  Il braccio lo farei passare in un bozzello in falchetta nel punto di baglio massimo (più o meno) dove metterei il barber della scotta. Non dovendo più "trasformare la scotta in braccio" il barber non serve più o va messo comunque?, magari da usare in strambata?

Il barber va messo sulla scotta . Poco utile in abbattuta con doppio circuito. Utile con vento forte o onda per tenere più stabile la vela.
Il braccio come dici va fatto passare in bozzello a meta' nave

Timoniere e pozzetto devono essere coordinati, altrimenti e' sempre colpa del prodiere che normalmente centra poco.
In abbattuta, la barca poggia, il braccio viene quadrato seguito dalla scotta che viene lascata. Per un attimo chi ha le scotte in mano porta lo spi come se avesse le briglie di un cavallo.
Lo spi dovrebbe lavorare sempre gonfio
La nuova scotta va in trazione sperando sia sopra al vecchio braccio, aperta la varea il tangone passa al di la dello strallo con le manovre sopra descritte . La varea del tangone deve ritrovare il braccio sopravento alla vela.
Se la varea non e' sopravento e punta al centro della vela ( col rischio di bucarla ) e' perché il timoniere e' stato frettoloso e i tailer lenti. Nn e' colpa del prodiere !!
Meglio usare un solo moschettone per parte con braccio e scotta insieme + disco.
Con vento molto leggero avere uno scottino come scotta aiuta a far volare lo spi.
Per regate a bastone, su barche sopra i 35 non trovo abbia senso essere meno di 7

Quando ti entra nelle vene, non puoi più farne a meno Sir Peter Blake
N.B.J.S. Erik Aanderaa Chi è in mare naviga, chi è a terra giudica
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 14-12-2021 09:42 da lord.)
14-12-2021 09:39
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ADL Offline
Senior utente

Messaggi: 2.210
Registrato: Sep 2007 Online
Messaggio: #19
RE: tangone a bilancino o doppio circuito?
barber: sul circuito singolo è fondamentale cazzare quello del nuovo braccio PRIMA che il povero prodiere provi ad incocciare. altrimenti diventa una pesca miracolosa del lunapark per tangone e scotta volante.
il vecchio barber normalmente lo molli a fine manovra ma avendo molte mani disponibili e coordinazione potresti mollarlo anche durante.

sul circuito doppio, dipende da che andatura fai. ai fini della strambata sono irrilevanti, perchè il prodiere usa i bracci che si presumono essere in bando. se ne hai bisogno per portare le scotte in un certo modo li cazzi quanto ti rendono felice, ma sono collegati alla forma che vuoi dare alla vela, non alla strambata in sè.
14-12-2021 09:57
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
albert Offline
Vecio ADV

Messaggi: 8.844
Registrato: Jun 2008 Online
Messaggio: #20
RE: tangone a bilancino o doppio circuito?
Ormai è stato detto tutto..... o quasi

Mi sembra solo che non sia chiara la discriminante che rende necessario, anche su una barca grande, passare da un sistema all'altro: è il rapporto tra la J (base del triangolo di prua e la SPL (lunghezza del tangone).

Se il tangone in strambata non può passare sotto lo strallo va sganciato e allora è molto più semplice usarlo a bilancino che con la campana, perchè così rimane in equilibrio sull'amantiglio (non dico caricaalto altrimenti Bullo mi cazzia).

In questo caso, per la lunghezza del tangone e per il fatto che prima dell'avvento dei bompressi e dei gennaker sui libera da 40-50 piedi si strambava a bilancino, si doveva adoperare il doppio circuito, altrimenti, pur col timoniere bravissimo, non era difficile che il tangone invece che nell'anello finisse dentro la randa prima di essere agganciato.

Diciamo che l'avvento di bompressi e delfiniere e degli spinnaker asimmetrici ha reso obsoleto l'uso di tangoni lunghissimi e spinnaker simmetrici, perciò il problema per le nuove generazioni ormai non si pone più.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 14-12-2021 11:16 da albert.)
14-12-2021 11:15
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  Moschettoni anzichè bozzelli nel circuito del Lazy bag. nic 18 786 29-06-2022 23:47
Ultimo messaggio: Scubasail
  Doppio segno di stazza ghibli4 5 236 13-06-2022 14:27
Ultimo messaggio: ghibli4
  regolazione tangone BornFree 27 3.343 08-06-2022 07:56
Ultimo messaggio: bullo
  caricabasso tangone - gancetto in coperta? Rockdamned 19 1.295 23-06-2021 13:24
Ultimo messaggio: Rockdamned
  Circuito scotta randa a V rovescia - doppio paranco oceanico pietroz 30 2.726 10-04-2021 23:50
Ultimo messaggio: pietroz
  Modifica tangone spinnaker andre082 16 1.605 08-12-2020 13:47
Ultimo messaggio: bullo
  Circuito terzaroli che dà problemi Frappettini 36 4.333 23-09-2020 14:06
Ultimo messaggio: lord
  Modifica circuito scotta randa Frappettini 20 2.215 23-09-2020 11:15
Ultimo messaggio: kavokcinque
  Circuito autovirante Hanse: un chiarimento skybet 37 6.285 23-06-2020 16:41
Ultimo messaggio: zankipal
  Smontaggio teste tangone bludiprua 8 1.186 21-06-2020 18:36
Ultimo messaggio: bludiprua

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)