Rispondi 
regolazione sartie
Autore Messaggio
alexflibero Offline
Amico del Forum

Messaggi: 831
Registrato: Jan 2013 Online
Messaggio: #1
regolazione sartie
Con la barca in secca o comunque disarmata immagino che molti di voi avranno allentato un pò gli arridatori ed il trasto per far riposare l'albero.
Come vi regolate poi per il riarmo ?
Un mio amico conta i giri di arridatoio, se li segna e poi glieli ridà nell'altro verso quando rimette la barca in acqua, però non mi sembra un metodo molto "accurato" .
Voi che fate ? Chiamate un esperto tutti gli anni ?
23-01-2015 10:37
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
shein Offline
Senior utente

Messaggi: 2.853
Registrato: Jun 2008 Online
Messaggio: #2
RE: regolazione sartie
Perché non sarebbe accurato?
P.s.: Basta mollare lo strallo e si allenta tutto il resto

[b]Rock On Sail Fast!![/b]
23-01-2015 12:10
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
alexflibero Offline
Amico del Forum

Messaggi: 831
Registrato: Jan 2013 Online
Messaggio: #3
RE: regolazione sartie
non sò mi viene da pensare che i cavi spiroidali abbiano un comportamento elastico che dipende molto anche dalla temperatura. Per cui rimetterli nelal stessa posizione di quando li ho allentati non è detto che si la cosa giusta da fare.
23-01-2015 12:55
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
fast37 Offline
Senior utente

Messaggi: 2.933
Registrato: Oct 2006 Online
Messaggio: #4
RE: regolazione sartie
(23-01-2015 12:10)shein Ha scritto:  Perché non sarebbe accurato?
P.s.: Basta mollare lo strallo e si allenta tutto il resto

si allenta tutto se hai le crocette acquartierate
23-01-2015 13:24
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
shein Offline
Senior utente

Messaggi: 2.853
Registrato: Jun 2008 Online
Messaggio: #5
RE: regolazione sartie
Giusto

[b]Rock On Sail Fast!![/b]
23-01-2015 13:45
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Brunello Offline
Amico del Forum

Messaggi: 937
Registrato: Dec 2004 Online
Messaggio: #6
RE: regolazione sartie
(23-01-2015 12:55)alexflibero Ha scritto:  non sò mi viene da pensare che i cavi spiroidali abbiano un comportamento elastico che dipende molto anche dalla temperatura. Per cui rimetterli nelal stessa posizione di quando li ho allentati non è detto che si la cosa giusta da fare.

senza offesa ma..
vi preoccupate dell'errore indotto dal coefficiente di dilatazione di un cavo spiroidale (20°C di salto termico tra quando mollate e quando tirate su 15 metri son 4,8mm di allungamento) e non vi preoccupate non dico della rigidità della barca, ma della ripetibilità della misura che fate con un tensiometro a molla, a tre punti e manco digitale?

un tensiometro a 3 punti con cella di carico (digitale) raggiunge difficilmente il +-3% di precisione. Su una sartia da 5mm significherebbe:
Pretensionamento al 20%CR = 4KN
Errore in N (tensiometro digitale certificato ISO)= 240N
Errore sull' allungamento (sempre 15m) = 1,7mm

La loos dice +-5%, probabilmente misurato al centro della scala e con occhi buoni, vorrei vederlo certificato 91

ammettiamo sia un piu realistico +-10%.
l'errore con i dati sopra è pari a 5,6mm Smiley4Smiley4

suvvia!Smiley4
23-01-2015 14:02
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Offline
Vecio AdV

Messaggi: 12.425
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #7
RE: regolazione sartie
Che cos'è il trasto? Cosa succede allentandolo?
Se la barca è disarmata vuol dire che non è più armata e che l'albero è anche lui a terra e non più armato.
Per regolare l'albero non chiamo nessuno perche l'esperto sono io.
Armare e disarmare è un'opppppppinione.-
23-01-2015 14:09
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
mania2 Offline
Senior utente

Messaggi: 2.449
Registrato: Jan 2006 Online
Messaggio: #8
RE: regolazione sartie
misuro con il calibro la distanza tra le teste delle aste degli arridatoi. Hai la precisione del decimo di millimetro e non immagini quanta differenza ci sia nella forma dell'albero nel regolare di 3 decimi. Poi ovvio dipende dalla barca e dall'albero.
Errore pari a zero rispetto al metodo dei giri che introduce errori macroscopici.
Ti crei una tabella con le distanze delle teste di tutte le sartie per le diverse condizioni di vento e estate/inverno.
un esempio
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 23-01-2015 14:13 da mania2.)
23-01-2015 14:10
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ADL Offline
Senior utente

Messaggi: 2.182
Registrato: Sep 2007 Online
Messaggio: #9
RE: regolazione sartie
anche noi facevamo come Mania2 prima di mettere il frullaprua e le le vele di cartoncino bristol
23-01-2015 15:01
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
alexflibero Offline
Amico del Forum

Messaggi: 831
Registrato: Jan 2013 Online
Messaggio: #10
RE: regolazione sartie
(23-01-2015 14:10)mania2 Ha scritto:  misuro con il calibro la distanza tra le teste delle aste degli arridatoi. Hai la precisione del decimo di millimetro e non immagini quanta differenza ci sia nella forma dell'albero nel regolare di 3 decimi. Poi ovvio dipende dalla barca e dall'albero.
Errore pari a zero rispetto al metodo dei giri che introduce errori macroscopici.
Ti crei una tabella con le distanze delle teste di tutte le sartie per le diverse condizioni di vento e estate/inverno.
un esempio
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Grazie questo è un ottimo consiglio e mi sembra certamente piu preciso del metodo dei giri di arridatoio.
Inoltre, con le crocette acquartierate se si allenta lo strallo di poppa si mettono piu in tensione le sartie quindi per far riposare il tutto bisogna allentare anche gli arridatoi.
Da qui l'esigenza di trovare un metodo semplice ed efficace.
23-01-2015 15:45
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
matteo Offline
Senior utente

Messaggi: 3.507
Registrato: Nov 2005 Online
Messaggio: #11
RE: regolazione sartie
Anche io misuro col calibro la distanza tra le due teste dell'arridatoio.
Si deve allentare lo strallo di prua e non quello di poppa (paterazzo, che si allenta non appena non serve più) per allentare le sartie con crocette acquartierate.
ciao
matteo
23-01-2015 17:51
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
fast37 Offline
Senior utente

Messaggi: 2.933
Registrato: Oct 2006 Online
Messaggio: #12
RE: regolazione sartie
(23-01-2015 15:45)alexflibero Ha scritto:  
(23-01-2015 14:10)mania2 Ha scritto:  misuro con il calibro la distanza tra le teste delle aste degli arridatoi. Hai la precisione del decimo di millimetro e non immagini quanta differenza ci sia nella forma dell'albero nel regolare di 3 decimi. Poi ovvio dipende dalla barca e dall'albero.
Errore pari a zero rispetto al metodo dei giri che introduce errori macroscopici.
Ti crei una tabella con le distanze delle teste di tutte le sartie per le diverse condizioni di vento e estate/inverno.
un esempio
Questo contenuto non e' visualizzabile da te Ospite. Se vuoi vederlo, REGISTRATI QUI .

Grazie questo è un ottimo consiglio e mi sembra certamente piu preciso del metodo dei giri di arridatoio.
Inoltre, con le crocette acquartierate se si allenta lo strallo di poppa si mettono piu in tensione le sartie quindi per far riposare il tutto bisogna allentare anche gli arridatoi.
Da qui l'esigenza di trovare un metodo semplice ed efficace.

gli arridato vanno mollati scarichi, sotto vela il lato sottovento, altrimenti si rovinano. Evitate di smanettarci troppo in banchina. almeno che non si disponga di un mast jack
23-01-2015 18:19
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
tiger86 Offline
Senior utente

Messaggi: 3.309
Registrato: Nov 2008 Online
Messaggio: #13
RE: regolazione sartie
Che te ne frega se è o non è accurato.
Ci possono essere infinite variabili, quando riprendi l'attività se serve mezzo giro o un giro in più glielo dai.
Bisogna guardare le sartie, le vele e il timone, quindi lavorare con le chiavi
Smile

Tra me e il mare comanda il tempo...
Leandro
23-01-2015 19:30
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
bullo Offline
Vecio AdV

Messaggi: 12.425
Registrato: Feb 2008 Online
Messaggio: #14
RE: regolazione sartie
Attendo sempre risposta su questo trasto, non c'è nessuno che mi spieghi cosa sia e come si fa a mollarlo.
Posso fare delle supposizioni, vediamo se indovino, Sulle barche venete tipo Topo, Topa; Sanpierota, Bragozzo, c'è il trasto
che al centro ha un buco dove passa l'albero, MASTRA, e la miccia dell'albero va a finire dentro la scassa attaccata alle piane che in Italiano si chiamano madieri.
Forse allentare il trasto significa levare le zeppe messe tutto intorno alla mastra che bloccano l'albero.
Ho indovinato?
Se si sono un Mostro.
23-01-2015 20:46
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
scornaj Offline
Vecio AdV

Messaggi: 2.163
Registrato: Jan 2010 Online
Messaggio: #15
RE: regolazione sartie
io uso il tensiometro loos, una volta centrata la testa e puntate basse e intermedie verifico se il palo è dritto, poi tiro secondo le indicazioni fino ai carichi suggeriti. Alla prima uscita prendo nota di eventuali laschi di troppo sottovento e poi rifinisco quando torno in porto.
Ne abbiamo già parlato, in molti hanno espresso dubbi, io da vent'anni faccio così e mi trovo bene.
23-01-2015 21:29
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
utente non piu' attivo Offline
Senior utente

Messaggi: 3.442
Registrato: Sep 2013 Online
Messaggio: #16
RE: regolazione sartie
(23-01-2015 20:46)bullo Ha scritto:  Attendo sempre risposta su questo trasto, non c'è nessuno che mi spieghi cosa sia e come si fa a mollarlo.
Posso fare delle supposizioni, vediamo se indovino, Sulle barche venete tipo Topo, Topa; Sanpierota, Bragozzo, c'è il trasto
che al centro ha un buco dove passa l'albero, MASTRA, e la miccia dell'albero va a finire dentro la scassa attaccata alle piane che in Italiano si chiamano madieri.
Forse allentare il trasto significa levare le zeppe messe tutto intorno alla mastra che bloccano l'albero.
Ho indovinato?
Se si sono un Mostro.

Dalla foto si... sei un mostro 79
Scherzi a parte, avrà avuto un lapsus tra trasto e mastra come pensi tu, almeno spero Smiley26
23-01-2015 22:01
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ZK Offline
Vecio AdV

Messaggi: 11.444
Registrato: Dec 2005 Online
Messaggio: #17
RE: regolazione sartie
capisco che sto invecchiando da quanto mi viene di borbottare, allentare le sartie non diminuisce le sollecitazioni per le quali comunque albero, sartie e struttura della scafo sono progettati, si diminuisce la frequenza di risonanza dell' insieme e si ottiene l' effetto contrario, e cio si propaga pure sulle taccature.
non e' una operazione da fare, tuttavia se la sosta sull' invaso e' a tempo indefinito l' albero e' meglio toglierlo.

amare le donne, dolce il caffe.
24-01-2015 10:45
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
mania2 Offline
Senior utente

Messaggi: 2.449
Registrato: Jan 2006 Online
Messaggio: #18
RE: regolazione sartie
(24-01-2015 10:45)ZK Ha scritto:  capisco che sto invecchiando da quanto mi viene di borbottare, allentare le sartie non diminuisce le sollecitazioni per le quali comunque albero, sartie e struttura della scafo sono progettati, si diminuisce la frequenza di risonanza dell' insieme e si ottiene l' effetto contrario, e cio si propaga pure sulle taccature.
non e' una operazione da fare, tuttavia se la sosta sull' invaso e' a tempo indefinito l' albero e' meglio toglierlo.
forse non ho capito esattamente cosa intendi ma non mi ci ritrovo.
Se allento le sartie è ovvio che le sollecitazioni di tiro indotte allo scafo/struttura diminuiscono (a barca ferma ovvio).
Inoltre anche le deformazioni indotte dalle sollecitazioni diminuiscono. Ovvio che se stiamo nel campo delle deformazioni elastiche non dovrebbe succedere nulla ma, che ne so degli effetti a lungo termine su un materiale come la vetroresina...? si mantiene elastico o negli anni si deforma?
Beh io quando so di non usare o usare poco la barca per qualche mese, allento tutto, ho sempre fatto così.
Poi ovviamente ho le regolazioni da crociera e quelle da regata per ogni range ma queste sono fisime da regatante...e non pretendo che un crocierista mi possa capireSmiley26
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 24-01-2015 11:17 da mania2.)
24-01-2015 11:15
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
ZK Offline
Vecio AdV

Messaggi: 11.444
Registrato: Dec 2005 Online
Messaggio: #19
RE: regolazione sartie
e' un po lo stesso concetto che si e' discusso per la barca poggiata sulla chiglia, se pensi che si deformi lo scafo per effetto della tensione delle sartie.. non ci navigare, vuol dire che hai una barca di ricotta.
quanto alle sollecitazioni quelle pericolse sono sempre quelle di inerzia, vedi ponti che crollano sotto l' effetto del venticello ecc.
e' il solito concetto della barca ormeggiata, cime cazzate o lasche? se non ci sono problematiche connesse alla marea-risacca, meno la barca si muove meno energia cinetica immagazzina e minori sono le sollecitazioni sull' ormeggio.. vale lo stesso per le sartie, anzi, se la barca e' sull' invaso quell' energia la scarica sulle taccature invece di distribuirla su tutto la scafo e disperderla per attrito in acqua, forse salvaguardi le parti strutturali (che non ne hanno bisogno) ma di scuro lo scafo non gradisce, e' come prenderlo a martellate ad ogni vibrazione dell' albero.
in generale non devono spaventare le tensioni conosciute e calcolabili,(quelle sono state calcolate) devono preoccupare quelle di risonanza-inerzia, che sono valutate a occhiometro.

amare le donne, dolce il caffe.
(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 24-01-2015 15:47 da ZK.)
24-01-2015 15:46
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
tiger86 Offline
Senior utente

Messaggi: 3.309
Registrato: Nov 2008 Online
Messaggio: #20
RE: regolazione sartie
(24-01-2015 15:46)ZK Ha scritto:  e' un po lo stesso concetto che si e' discusso per la barca poggiata sulla chiglia, se pensi che si deformi lo scafo per effetto della tensione delle sartie.. non ci navigare, vuol dire che hai una barca di ricotta.
quanto alle sollecitazioni quelle pericolse sono sempre quelle di inerzia, vedi ponti che crollano sotto l' effetto del venticello ecc.
e' il solito concetto della barca ormeggiata, cime cazzate o lasche? se non ci sono problematiche connesse alla marea-risacca, meno la barca si muove meno energia cinetica immagazzina e minori sono le sollecitazioni sull' ormeggio.. vale lo stesso per le sartie, anzi, se la barca e' sull' invaso quell' energia la scarica sulle taccature invece di distribuirla su tutto la scafo e disperderla per attrito in acqua, forse salvaguardi le parti strutturali (che non ne hanno bisogno) ma di scuro lo scafo non gradisce, e' come prenderlo a martellate ad ogni vibrazione dell' albero.
in generale non devono spaventare le tensioni conosciute e calcolabili,(quelle sono state calcolate) devono preoccupare quelle di risonanza-inerzia, che sono valutate a occhiometro.
Mai sentito parlare di "fluage"?
Ad ogni modo convengo con te che vetroresina, acciaio, alluminio, carbonio non sono ricotta e forse spesso ci sono troppe pippe mentali.

Tra me e il mare comanda il tempo...
Leandro
24-01-2015 16:04
Trova tutti i messaggi di questo utente Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni simili
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
Question Sartie corte? claudiog 25 655 ieri 10:23
Ultimo messaggio: albert
  Sostituzione sartie Antonio natale 3 324 22-11-2021 15:14
Ultimo messaggio: Antonio natale
  Regolazione vang e base in varie condizioni Brunello 24 2.948 13-10-2021 13:54
Ultimo messaggio: einstein
  Installazione piccole sartie - intestarle windex 8 609 24-08-2021 14:40
Ultimo messaggio: windex
  profili copri sartie quarto di luna 13 749 22-08-2021 19:48
Ultimo messaggio: soravia
  Regolazione albero Orion_mx3 31 1.692 03-05-2021 14:30
Ultimo messaggio: Orion_mx3
  First 33.7 - Regolazione albero Sparcraft Krecker 17 1.246 24-09-2020 11:17
Ultimo messaggio: Krecker
  Consigli per regolazione punto scotta genoa dal pozzetto allevalli 30 2.587 03-04-2020 13:47
Ultimo messaggio: Navax
  Sostituzione sartie a Genova ventodiprua 19 1.902 08-03-2020 20:11
Ultimo messaggio: Najapico
  Sostituzione Sartie senza disalberare ventodiprua 21 2.239 07-01-2020 20:39
Ultimo messaggio: GARIBALDI

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)